fbpx

Lasciate gli avidi, gli invidiosi, i poveri d’amore, i frustrati. Perché lì non incontrerete ciò che desiderate.

Sbatteteci la testa una volta, due, vi concedo una terza, ma non perpetuate all’infinito. Vi ammalerete, sarà troppo tardi per dire :“Ho sbagliato”.

Sappiate lasciarli andare in silenzio, non abbiate la presunzione di spiegare, non capiranno. 

Non litigate, non fatene una questione di principio. Ci si muore dietro alle questioni di principio. Non irrigiditevi, non lottate per il nulla. 

Lasciateli andare. Fatelo per voi e per nessun altro al mondo. 

Avete fatto un gesto nobile verso voi stessi. Salutateli, siate cordiali, sorridetegli. Siete voi che ora siete liberi.

Quando lo avrete fatto, non abbiate paura di rimanere soli, cercate le persone giuste. Chi vi sa sostenere, vedere, amare. Chi vi sa apprezzare. 

Cercate chi ha spazio per voi. Chi è gentile, chi sa dare senza pretendere in cambio qualcosa. E quando lo avete trovato, fate lo stesso. 

Sostenete, amate e abbiate uno spazio prezioso per l’altro.